Un itinerario fra ulivi, assaporando il profumo del lago. Zaino in spalle, scarpe comode, taccuino e macchina fotografica.

Panorama dalla Via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Siamo pronte per intraprendere questa nuova avventura, un itinerario storico dal nome Via Valeriana. Brescia ha davvero tantissimo da offrire e questa volta abbiamo deciso di conoscere il territorio gustandoci le bellezze che ci offre: il lago d’Iseo, gli ulivi, piccoli borghi incontaminati e persone spettacolari che ci raccontano la loro storia.

Scorcio di un borgo della via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Zaino in spalla… Si parte!

Siamo partite da Pilzone, frazione di Iseo, lasciando la macchina nel parcheggio Valeriana, accanto al cimitero. L’inizio della Via Valeriana è segnalato sulla via del cimitero stesso, con un cartello.

Vista sul Lago d'Iseo e Montisola dal primo tratto della Via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

 

Dopo 47 gradini ( gli unici che abbiamo contato!) abbiamo proseguito diritto, passando davanti alla scuola materna ed eccola la, la Via Valeriana, che ci aspettava sulla sinistra, pronta a farci immergere nella sua storia e in tutta la sua bellezza.

Uno dei primi tratti della Via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Primo step: Pilzone- Gazzane- Tassano (3,5km)

Un percorso molto semplice, percorribile da tutti e, in alcuni tratti anche per disabili, in quanto è asfaltato. Consiglio: spalancate gli occhi, affinate il naso e partite. Vi accoglieranno sul cammino ulivi bellissimi, castagni, noccioli e fiori profumati. In più faranno da cornice a tutta questa meraviglia il lago d’Iseo e Montisola.  In cammino sulla Via Valeriana verso Tassano - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Riccio di castagna - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaPianta rampicante - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

In località Gazzane abbiamo ammirato la chiesa di San Fermo, una chiesa rurale del 400 che offre una suggestiva visuale del paesaggio circostante. Passo dopo passo siamo arrivate nel primo borgo medioevale: Tassano, frazione di Sulzano. Visitatelo! Vi sembrerà di essere in un altro mondo! Qui fa capolino la chiesa San Faustino e Giovita del XV secolo, ricca di affreschi e di una semplicità disarmante.

In cammino sulla Via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaCartello informativo - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Ormai ci siamo, abbiamo preso gusto. Camminare su questa antica via, utilizzata un tempo per collegare Brescia con la Valle Camonica, ci intriga sempre più ad andare avanti.

Vista sul Lago d'Iseo dalla Via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta
Mario Rigoni Stern diceva: “Basterebbe una passeggiata in mezzo alla natura, fermarsi un momento ad ascoltare, spogliarsi del superfluo e comprendere che non occorre poi molto per vivere bene.”… Ed è proprio così. Dopo qualche raccomandazione da parte di alcuni abitanti di Tassano ci siamo rimesse in marcia.

Camminando sulla Via Valeriana si arriva alla frazione di Tassano - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaCamminando sulla Via Valeriana si arriva alla frazione di Tassano - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Camminando sulla Via Valeriana si arriva alla frazione di Tassano - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta Chiesa dei Santi Faustino e Giovita - Itinerari Brescia - Fotografia di Andrea Pettinari

Secondo step: Tassano – Maspiano – Gandizzano – Marasino – Dosso ( 4.1 km)

La strada ciottolata è un po’ impervia ma non demordiamo: attenzione si potrebbe scivolare (stranamente sono riuscita a percorrerla senza mai cadere: amo guardarmi intorno e inebriarmi della natura che ci circonda, non prestando attenzione a dove metto i piedi. Viva la furbizia! ).

Vista sul Lago d'Iseo dalla Via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaVista dalla Via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Camminando sulla Via Valeriana, in direzione Maspiano - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Superato il torrente Mesagono siamo giunte nella frazione di Maspiano, località Sale Marasino. Qui vi accoglieranno i cani di questo affascinante borgo: non abbiate paura, sono pronti a coccolarvi. Al centro vi è una piccola piazza con fontana sulla quale si affaccia la chiesa dedicata a San Giacomo Maggiore.

Chiesa di San Giacomo Maggiore che s'incontra sulla Via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaPiazzetta di Maspiano sulla via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

In questo paesino abbiamo fatto conoscenza con una coppia bellissima: Pinuccia Turelli e  Redento Franceschetti. Quattro occhi pronti a raccontarci la loro storia: pensate che ci hanno accolto in casa loro e ci hanno mostrano fotografie su fotografie.

Maspiano, Antica Via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta Pinuccia Turelli - Itinerari Brrescia

Redento è un “toscanaccio” tostissimo, ex gestore dell’osteria “Gambero Rosso” che, il 30 Settembre di 31 anni fa, diede il via alla festa della zucca nella piazzetta di Maspiano. ( da qualche anno ormai viene svolta a Sale Marasino).

Pinuccia Turelli mentre ci mostra delle fotografie della Festa delle Zucche a Sale Marsalino - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaPinuccia Turelli e Franceschetti Redento - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

In questa singolare manifestazione viene premiata la zucca di maggior mole e peso. I partecipanti alla prima edizione del concorso utilizzarono circa 400 semi contenuti in una “megazucca” di 47 kilogrammi recata, l’anno prima, dal Franceschetti di ritorno da un viaggio in Toscana. Due persone straordinarie che con il sorriso stampato sul viso ci hanno regalato un bellissimo momento. Andate a trovarli!

Scorcio di Maspiano - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaScorcio di Maspiano - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Un panino veloce e via. Ripartiamo, la strada è ancora lunga!

Abbiamo seguito la nostra stella polare disegnata ovunque: “V” di Valeriana. Il sole ha deciso di fare capolino dalle nuvole e riscaldare il cammino. Fiori coloratissimi, il lago in lontananza, il verde intorno a noi. La prossima frazione da raggiungere era Gandizzano (Sale Marasino): il Santuario della Beata Vergine Maria e Casa Betania ci attendevano.

Panorama dalla Via Valeriana - Itinerari Brescia - fotografia di Laura GattaPanorama dalla Via Valeriana - Itinerari Brescia - fotografia di Laura Gatta

Consiglio: per visitarli contattate il parroco che sarà lieto di aprire le porte di questo gioiellino. Realizzato intorno al XV secolo, il Santuario presenta all’interno un polittico ligneo nel quale trovano posto le statue di S. Giovanni Battista e di S. Rocco ed al centro la Vergine Mater Misericordiae.

Santuario della Beata Vergine Maria sulla Via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaSantuario della Beata Vergine Maria sulla Via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Santuario della Beata Vergine Maria sulla Via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaSantuario della Beata Vergine Maria sulla Via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Superato Marasino, sempre frazione di Sale Marasino siamo arrivate a Dosso. Qui termina il secondo blocco del cammino. Eravamo in “viaggio” da parecchio ma non vedevamo l’ora di arrivare alla meta. Quindi via: Dosso – Distone – Massenzano – Vesto – Pregasso. (circa 4km).

Camminando sulla Via Valeriana verso Pregasso - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaCamminando sulla Via Valeriana verso Pregasso - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

La Via Valeriana: il tratto di strada che conduce a Dosso, Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaLa signora Giulia della frazione di Dosso - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

A Dosso abbiamo fatta conoscenza con la signora Giulia: 88 anni, una forza mostruosa sorretta da un bastone di legno. Ci ha svelato un piccolo segreto: a pochi metri dalla frazione di Dosso, in mezzo alla pura vegetazione, scorre una cascata. Andateci! Ora il percorso si arrampica su per la collina e le nostre gambe, ormai stanche e poco allenate, iniziavano ad essere doloranti. Le incitiamo e abbiamo proseguiamo con determinazione.

Distone, Massenzano nel verde. Silenzio attorno a noi - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Uno spettacolo…

Distone, Massenzano nel verde. Silenzio attorno a noi: chi cerca un momento in solitaria per rigenerasi un po’ deve assolutamente passare da qui. Più di una volta abbiamo volto lo sguardo verso la strada percorsa: abbiamo camminato tanto, visto cose bellissime, ci siamo profumate di fiori e abbiamo ascoltato il silenzio della natura.

Più di una volta abbiamo volto lo sguardo verso la strada percorsa: abbiamo camminato tanto, visto cose bellissime, ci siamo profumate di fiori e abbiamo ascoltato il silenzio della natura. - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaPiù di una volta abbiamo volto lo sguardo verso la strada percorsa: abbiamo camminato tanto, visto cose bellissime, ci siamo profumate di fiori e abbiamo ascoltato il silenzio della natura. - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Poi guardavamo avanti e vedevamo che si avvicinava la fine della nostra avventura. “Forza gambe, sorreggeteci ancora per po’!” L’eremo di San Pietro a Pregasso ci aspettava con una grandissima sorpresa. A Vesto troverete la chiesa di S. Rocco e S. Giovanni Nepomuceno: una chiesa barocca molto caratteristica.

Vista dalla Via Valeriana, ora mai verso la fine del nostro percorso - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

La Via Valeriana è davvero suggestiva…

… ci porteremo con noi un bagaglio storico- culturale e paesaggistico molto ampio. Un due tre in marcia, mancava davvero poco! Ed era proprio così: siamo arrivate a Pregasso e finalmente abbiamo ammirato ancora di più quello che stava attorno a noi.

In cammino verso Pregasso - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaIn cammino verso Pregasso - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

La natura regala degli scenari pazzeschi. L’eremo di San Pietro ci attendeva. Dopo una scalinata con ai lati le cappelle della Via Crucis, siamo arrivate in cima e lo spettacolo è davvero meraviglioso. Ammirate ora le fotografie di Laura: valgono più di mille parole!

In cammino verso Pregasso - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaLa scalinata che porta all'eremo di San Pietro a Pregasso - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Abbiamo deciso di non fare il classico articolo dettagliato “ al km 2.5, girare a sx e proseguire per tot km….” ; il percorso è ben segnalato con la classica V, quindi basta attenzione e voglia di camminare. Attenzione mi raccomando! Solo all’inizio siamo state dettagliate con le informazioni ma poi, godetevi lo spettacolo! Per conoscere il percorso nel dettaglio visitate il sito del CAI.

L'eremo di San Pietro, meta finale della nostra tappa della Via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaVista dall'eremo di San Pietro, meta finale della nostra tappa della Via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Noi vi abbiamo raccontato la giornata che abbiamo trascorso e speriamo che anche la vostra possa essere come la nostra. Ricca di emozioni. Eh perché no, se vi va di raccontatecela basta poco: una fotografia, una parola per condividere insieme questa bellezza. Inviateci tutto!

Vista dall'eremo di San Pietro, meta finale della nostra tappa della Via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta
“Camminare per me significa entrare nella natura. Ed è per questo che cammino lentamente, non corro quasi mai. La Natura per me non è un campo da ginnastica. Io vado per vedere, per sentire, con tutti i miei sensi. Così il mio spirito entra negli alberi, nel prato, nei fiori. Le alte montagne sono per me un sentimento.”
(Reinhold Messner)
Vista dall'eremo di San Pietro, meta finale della nostra tappa della Via Valeriana - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Luisa Terzi

Fotografie – Laura Gatta