Il sentiero 3V – 3 Valli Bresciane, dedicato a Silvano Cinelli, è un itinerario lungo ed emozionante, che porta alla scoperta della Val Sabbia, della Val Trompia e della Valle Camonica.

L’itinerario completo è indicato a chi ha una buona preparazione fisica, dato il copioso numero di kilometri necessari per completarlo. Il sentiero 3V è suddiviso in 8 tappe, con partenza ed arrivo a Brescia, con una durata media di circa 5/6 ore per tappa.

Tappa 1: Santuario di Conche - Itinerari Brescia

Il primo punto da raggiungere è il Santuario di Conche, un antico santuario consacrato attorno al 1100 d.C. Camminando lungo questo primo tratto di sentiero incontreremo numerose chiese e roccoli, utilizzati dai cacciatori durante la stagione della caccia. Meritano una visita la cappella della Salve Regina e la chiesetta di S. Antonio. Il santuario della Madonna in Conche è posta a 1093 mt s.l.m. ed attualmente dispone di circa 100 posti letto. Dopo circa 5 ore e mezza di cammino si conclude la prima tappa del sentiero 3V.

Tappa 1: i pini neri - Itinerari Brescia

Dopo aver passato la notte al Santuario ci mettiamo in viaggio verso Lodrino: qui raggiungeremo la Corna del Sonclino a 1352mt per poi ridiscendere verso il paese in una camminata che durerà circa 7 ore. Appena iniziato il sentiero incontriamo l’Eremo di S. Giorgio, situato su un rilievo roccioso e circondato da piante di faggio. Prima di raggiungere il più alto, incontriamo diverse chiese, tra cui quella del Cristo dei Monti, quella degli Artiglieri ed infine la chiesetta degli Alpini. Arrivati alla Corna del Sonclino si potrà godere di un magnifico panorama sui comuni di Lumezzane, Sarezzo, Castro e Marcheno. Da qui il percorso scende dolcemente verso il paese di Lodrino, in Val Trompia dove, presso un B&B del luogo, si conclude la seconda tappa.

Tappa 2: la chiesetta degli Artiglieri - Itinerari BresciaTappa 3: lapide commemorativa in onore di Silvano Cinello, a cui è intitolato questo sentiero - Itinerari Brescia

La terza giornata di cammino ci conduce fino all’Alpe Pezzeda sera di sopra, vicino a Collio, dove la tappa si conclude. Da Lodrino arriviamo fino alla vetta del Monte Ario a 1775 mt, dominata da una grossa croce in ferro. Da qui si gode di un panorama incantevole che spazia dalla Val Sabbia fino alle creste dei Monti Guglielmo e Muffetto.

Tappa 4: Capanna e rifugio Tita Secchi - Itinerari Brescia

Da qui si discende passando per il Dosso Falcone (1701 mt s.l.m.) e poi verso il Passo Falcone (1653 mt s.l.m.) dal quale si raggiunge in pochi minuti l’Alpe Pezzeda sera di sopra. Il pernottamento è consigliato presso il Rifugio Blachì 2, dove si trova anche una lapide commemorativa in onore di Silvano Cinelli, deceduto in questo luogo ed al quale il sentiero delle 3V è dedicato.

Tappa 5: l'Adamello e il rifugio Monte Cimosco - Itinerari Brescia

La quarta giornata ci porta alla scoperta di numerose cime. Partendo dal Rifugio Blachì 2 in pochi minuti si raggiunge la malga Pezzede mattina di sopra e da li in circa mezz’ora arriviamo al passo Pezzeda mattina, che c’introduce nel versante valsabbino del sentiero. Arrivati al passo di Prael si prosegue su una mulattiera che, abbassandosi, ci porta nei prati della malga Casticoli di Sopra.

Uno spettacolare panorama sulla Val Trompia ci condurrà al Passo delle Portole, 1726 mt s.l.m., una delle cime più altre di questa breve escursione, che dura solo 3 ore circa. Il passo delle Portole è uno stretto passaggio roccioso tra l’antecima est del corno Barzo (1848 mt.) e la cima Caldoline (1842 mt) dove troviamo una lapide in memoria del comandante delle Fiamme Verdi Tita Secchi, al quale è dedicato anche un rifugio non lontano da li.

Tappa 6: la strada Agro-Silvo-Pastorale - Itinerari Brescia

Seguendo la mulattiera ed ammiramdo la Val Trompia e anche il Monte Guglielmo si raggiunge il piazzale del Passo Maniva dove troviamo il rifugio e alcuni ristoranti. La nostra escursione prosegue però fino Albergo Bonardi al Maniva (1744 mt) che sarà anche il punto d’arrivo della giornata. Vista l’esiguità del percorso si può proseguire con la quinta tappa, della durata di circa 5 ore.

Tappa 5: il passo delle sette Crocette - Itinerari Brescia

La quinta tappa ci porterà fino al rifugio Monte Cimosco a 1825 mt s.l.m. passando per il passo del Dasdana a 2070 mt e per il Passo delle 7 Crocette a 2014 mt. Durante questo tratto d’escursione lasciamo la Val Sabbia e ci addentriamo in Valle Camonica. Per raggiungere il rifugio Monte Cimosco, infatti, oltrepassiamo il villaggio Plan di Montecampione, nota località sciistica camuna.

Tappa 6: il rifugio Croce di Marone - Itinerari BresciaTappa 4: il passo Maniva - Itinerari Brescia

La sesta tappa del sentiero 3V ci conduce fino al rifugio Croce di Marone a 1166 mt. La durata di questo tratto è di circa 6 ore e ci porterà alla scoperta della Val Palot, passando per la strada agro – silvo – pastorale della Coppella. Da qua si procede in direzione Monte Giglielmo, che si raggiunge dopo circa 4 ore di camminata e dove si può ammirare il monumento al Redentore posto sulla vetta a 1948 mt. Da questa altezza si ammira un suggestivo panorama sulle Alpi Orobiche, sulle prealpi bresciane e bergamasche, parte del gruppo dell’Adamello a nord ed in basso lo splendido lago d’Iseo. Dalla cima del Guglielmo si scende verso il rifugio Croce di Marone, posto su un’ampia forcella della cresta che divide la Val Trompia dal lago d’Iseo.

La Croce di Punta Almana - Itinerari BresciaIl lago d'Iseo visto da Punta Almana - Itinerari Brescia

Il sentiero 3V è quasi terminato e mancano solo 2 tappe che, volendo, si possono fare in una sola giornata. La tappa numero 7, della durata di circa 5 ore e mezza, ci conduce a Polaveno in località Zoadella. Da qui si possono prendere i mezzi trasporto e rientrare a casa. Per chi invece vuole concludere il sentiero 3V c’è un ultima tappa che da Polaveno ci porta a Urago Mella in circa 6 ore e mezza e dove l’itinerario si conclude.

Durante l’intero percorso ci sono delle varianti al sentiero, dedicate esclusivamente agli escursionisti esperti e di difficoltà maggiore rispetto al sentiero sopra proposto.