Su una collina posta tra i comuni vicini a Brescia di Concesio, Cellatica e Gussago, chiamata Selva per la folta vegetazione, sorge il Santuario della Madonna della Stella. Questo santuario venne costruito e dedicato alla Madonna perché in quel luogo, nel 1536, la Madonna con in braccio il Bambino apparve ad un pastore della Val Trompia.

Santuario Madonna della Stella - veduta panoramica – Itinerari Brescia

La prima pietra venne posata nel 1537 e i lavori durarono circa due anni. Da quel momento il santuario si arricchì costantemente di ornamenti decorativi. I tre Comuni eressero un di marmo con un quadro rappresentante S. Vigilio, S. Lorenzo e S. Giorgio, rispettivamente patroni di San Vigilio, Gussago e Cellatica e S. Fermo e Gottardo invocati nelle più gravi necessità. Negli anni successivi furono molti i particolari aggiunti: nel 1634 l’altare dedicato a S. Carlo Borromeo, nel 1679 l’altare maggiore, nel 1691 le balaustre, nel 169 i quadri della flagellazione e incoronazione del Cristo. Successivamente vennero costruite le mura di cinta al piazzale, le due porte dell’altare maggiore e nel 1713 l’immagine della Madonna.

Santuario Madonna della Stella - il campanile - Itinerari Brescia

Questo luogo, posto non distante dalla casa della famiglia Montini, divenne un luogo caro a Giovanni Battista che, poco dopo esser divenuto prete, sognò di stabilirsi accanto alla Madonna della Stella alla fine della sua carriera diplomatica e invece divenne Papa Paolo VI.

In ricordo dell’affetto di Paolo VI verso questo santuario, nel piazzale esterno, è possibile ammirare la statua in bronzo di Paolo VI, opera dello scultore Minguzzi. La statua venne benedetta da Giovanni Paolo II il 26 settembre 1982, in occasione della visita del pontefice a Brescia.

È consigliata la prenotazione della visita.