L’area della vasta “Riserva Naturale Incisioni Rupestri di Ceto-Cimbergo-Paspardo” si estende nella provincia di Brescia, tra i paesi di Nadro e Capo di Ponte e comprende i territori dei tre comuni camuni di Ceto, Cimbergo e Paspardo. Ognuno di questi comuni racchiude in sé una storia e una tradizione unici e di grande importanza per il visitatore attento.

Panorama.Capo di Ponte. Val Camonica - Foto: Agenzia turistico culturale comunale di Capo di Ponte - Itinerari Brescia

Attraversando il bellissimo borgo medioevale alpino che è Nadro, si possono ammirare il castello e la torre risalenti al XV e XVI secolo; da Cimbergo e da Paspardo partono numerosi sentieri escursionistici che consentono di percorrere veri e propri itinerari dedicati al trekking che portano verso l’Adamello e alle alte quote.

Pieve di Capo di Ponte - Itinerari Brescia

Il percorso della Riserva delle incisioni rupestri inizia nel paese di Nadro – Valle Camonica – e prosegue addentrandosi in un secolare castagneto snodandosi attraverso i comuni limitrofi fino a Paspardo.

Tuttavia, è solo a partire dagli anni Settanta che il Centro Camuno di Studi Preistorici ha intrapreso un intenso lavoro di studio e di ricerca che ha portato all’individuazione di quasi un centinaio di rocce istoriate che vanno ad arricchire la già consistente collezione di incisioni rupestri presenti sul territorio dell’intero complesso.

Il parco delle incisioni rupestri. Capo di Ponte - Itinerari BresciaLe incisioni rupestri camune all'interno della Riserva regionale di Ceto, Cimbergo e Paspardo - Valle Camonica - Itinerari Brescia

L’area della riserva di Ceto, Cimbergo, Paspardo rappresenta uno dei siti di maggiore interesse nel panorama dell’arte rupestre camuna. Le rocce che si trovano all’interno del parco sono caratterizzate da una straordinaria varietà di soggetti e di temi che le rendono uniche, spaziando da scene di vita nei campi, a riti religiosi fino alle tradizioni della vita dei Camuni.


Visualizzazione ingrandita della mappa