Nel corso della Prima Guerra Mondiale, il comune di Temù nell’alta Valle Camonica, è stato il più importante polo difensivo italiano sul fronte dell’Adamello, durante quella che fu definita la Guerra Bianca.

Reperti della Guerra Bianca in Adamello sono conservati al museo di Temù - Valle Camonica - Itinerari Brescia

Con questo nome ci si riferisce alla parte della Prima Guerra Mondiale che vide scontrarsi le truppe italiane e quelle austriache in una serie di violente battaglie combattute duramente sui territori innevati delle Alpi.

Reperti della Guerra Bianca in Adamello sono conservati al museo di Temù - Valle Camonica - Itinerari Brescia
Tra tutti, il fronte dell’Adamello fu quello che dovette affrontare gli scontri più duri e che dimostrò una tenacia e una determinazione senza paragoni nella difesa della Patria.

Reperti della Guerra Bianca in Adamello sono conservati al museo di Temù - Valle Camonica - Itinerari Brescia

Oggi a Temù ha sede il Museo della Guerra Bianca in Adamello, struttura creata con l’intento di conservare e valorizzare il patrimonio storico di quel periodo, in onore degli uomini che hanno lottato all’interno del valoroso fronte dell’Adamello.

Il Museo ospita nelle tre grandi sale tutti i reperti ritrovati sui terreni di guerra e che sono appartenuti agli uomini che si sono battuti sulle sommità alpine, dal Passo dello Stelvio fino all’Alto Garda passando per le cime dell’Adamello.

Reperti della Guerra Bianca in Adamello sono conservati al museo di Temù - Valle Camonica - Itinerari Brescia

Una ricca collezione composta da fotografie, armi, proiettili, documenti e lettere ma anche da oggetti della vita di tutti i giorni come stufette e coperte appartenuti ai soldati e che fanno rivivere una pagina di storia così importante per la nostra Patria, mantenendo vivo il ricordo di chi sulle nostre montagne ha sofferto e si è sacrificato per la pace.