Non è la patrona degli ottici, ma una edicola votiva posta a Brescia all’angolo tra due centralissime vie: Via Antiche Mura e Via Gabriele Rosa.

La città, soprattutto il centro storico, è piena di “santelle”: la devozione mariana è sempre stata molto sentita a Brescia e in Provincia e un tempo la religione era una parte importante della quotidianità dei bresciani, ne è un esempio la Madonna degli occhiali .

Madonna degli occhiali - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

La particolarità dell’edicola detta della Madonna degli occhiali è che il vetro che la protegge ha, in corrispondenza dei volti della Madonna e del Bambino, due fori che sembrano un paio di occhiali che oggi si notano poco, in passato, l’immagine era coperta da una sorta di cornice intagliata in modo da permetteva di scorgere solo i due volti e il paio di occhiali era, quindi, ben visibile.

Madonna degli occhiali - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

L’edicola della Madonna degli occhiali è un esempio, seppur modesto, di quante curiosità Brescia può offrire, talvolta è sufficiente alzare un po’ lo sguardo e camminare più lentamente. Altri casi sono l’Arco del granarolo di Rodolfo Vantini, l’ex chiesa di Sant’Agostino e il Torrione di Piazza della Vittoria che è forse il caso più eclatante poiché è stato il primo grattacielo d’Italia e il secondo d’Europa, ma ben pochi lo notano.

Lorenzo Del Pietro