Un luogo mitico

Parlare del Lago di Garda è veramente difficile, è ormai un luogo mitico, che accoglie turisti italiani, tedeschi, francesi e inglesi quasi tutto l’anno. Un fiume di persone approda sulle sponde bresciane del Garda (soprattutto nella parte meridionale) per godere del clima mite e delle bellezze di questa terra.

Cercate relax? Cercate cultura? Cercate il sole? Cercate divertimento? Il Garda è la risposta giusta a tutte queste domande. Troverete sempre qualcosa da fare o da vedere.

Celebre fin dai tempi dei nostri antenati romani per la dolcezza del suo clima e dei suoi vini, il Lago di Garda continua a essere una garanzia di successo.

Desenzano, Sirmione e i vini Lugana

Le perle della costa meridionale gardesana sono senza dubbio Desenzano e Sirmione. L’offerta culturale è molto ampia e comprende il Duomo e il Museo archeologico di Densenzano, il Castello Scaligero di Sirmione e le celebri Grotte di Catullo, che nell’immaginario collettivo sono diventate un po’ il simbolo di Sirmione.

A sud di Sirmione si estende, sulle colline moreniche, una piccola zona famosa per l’eccellenza dei suoi vini: Lugana. A differenza della Franciacorta, qui si producono vini autoctoni da due millenni e negli ultimi anni, anche grazie all’opera del Consorzio Lugana, le bottiglie delle cantine Lugana stanno viaggiando un po’ in tutta la Nazione e con un flusso sempre più consistente anche all’estero.

Le terme

Non si può tralasciare di parlare dei centri termali di Sirmione: è questo un settore che richiama tutto l’anno visitatori da ogni parte della penisola. Facendo del Garda meridionale una delle zone più importanti dell’industria termale.

La costa occidentale

Allontanandoci dalla movida di Desenzano e Sirmione, si risale la costa occidentale del Garda dove si trovano piccoli paesi consacrati da decenni all’accoglienza dei turisti: Lonato, Moniga, Manerba, Gardone Riviera e ovviamente Salò.

Luoghi che, complice forse anche la prossimità del confine con l’Austria-Ungheria, erano frequentati già agli inizi del XX secolo dalla nobiltà e dall’alta borghesia tedesca e austro-ungarica, tanto che la chiesa luterana di Gardone Riviera fu finanziata in parte anche attraverso un dono dell’imperatrice Augusta Vittoria, la prima moglie di Guglielmo II di Germania.

Oltre ai tanti paesi che attirano sempre molti turisti ci sono ampi spazi dove è la natura a farla da padrona, luoghi dove le escursioni a piedi, le gite in moto e gli sport sono l’obiettivo principale dei visitatori.

Il Vittoriale degli italiani

La perla della sponda occidentale è però la residenza di Gabriele D’Annunzio, il Vate vi abitò durante tutta l’ultima parte della sua vita: un po’ casa un po’ esilio… Oggi la residenza e il suo parco sono un frequentatissimo Museo, dove nella bella stagione nel teatro sono rappresentate pièce e talvolta sono ospitati concerti.

La Valtenesi e Salò

Menzionare le bellezze della Valtenesi è doveroso. Una zona piccola ma che ha veramente molto da offrire, sia dal punto di vista paesaggistico, sia artistico che enogastronomico. I vini di questa terra sono un toccasana durante le calde giornate estive e su tutti spicca il Chiaretto.

Più a nord ci sono Tremosine e Limone del Garda, il piccolo paese gardesano divenuto famoso per la qualità della vita e per la straordinaria longevità dei suoi abitanti.

Natura, arte, cibo tradizionale, vini con una lunghissima storia, divertimento e cultura: tutto questo fa parte della straordinariamente ampia offerta del Lago di Garda, a voi la scelta!

Lorenzo Del Pietro