Una valle che affonda le sue radici nella storia antichissima, un territorio d’interesse naturalistico internazionale e protetto dall’UNESCO, una civiltà dalla cultura e dal folklore unici: questa è la Valle Camonica, un gioiello che offre un patrimonio dalla ricchezza unica. La quasi totalità della valle appartiene al territorio amministrativo della Provincia di Brescia, ad esclusione di pochi comuni facenti parte della Provincia di Bergamo.

La Valle Camonica: panorama della Valle delle incisioni rupestri - Itinerari Brescia

« Valcamonica, delle vallate lombarde la più estesa e non men celebre per guerreschi fatti nelle antiche storie, per famiglie nobili e onoratissime, e per uomini che sono stati illustri per lettere, per armi, e per carichi importanti; per fertilità del suo suolo; per industria e per commerci de’ suoi abitanti… »
(Agostino Caggioli – Storia di Valcamonica, 1853)


Visualizzazione ingrandita della mappa

Si tratta di un territorio dalle caratteristiche naturali e geografiche uniche che, per la sua notevole estensione e per la flora e fauna presenti, viene considerata sia una vallata alpina, nel suo settore più a nord, sia prealpina, nella zona della bassa Valle. Copre una superficie molto ampia e al suo interno si snodano numerosi torrenti che scendono dai laghi alpini per congiungersi con il fiume Oglio. La Valle Camonica è suggestivamente racchiusa tra i monti dei gruppi dell’Adamello e delle Prealpi Orobiche.

La Rosa Camuna, l'incisione rupestre simbolo della Valle Camonica - Itinerari Brescia

 

Il turismo è una delle attività più rilevanti per la Valle Camonica che presenta diversi parchi e riserve naturali d’interesse regionale e nazionale. La zona di massima concentrazione turistica è stata dichiarata sito protetto dall’UNESCO.

Il castello di Breno domina tutta la media Valle Camonica - Fotografia di Roberto Comensoli-Itinerari Brescia

La Valle Camonica, grazie alla grande varietà di scenari che offre, ha consentito la nascita di un turismo invernale di tipo sciistico, mentre durante la stagione estiva le maggiori attrattive sono costituite dalle escursioni su sentiero. Un altro punto d’eccellenza è costituito dalle cure termali e dai centri benessere delle Terme di Boario.

Ponte di Legno, dove nasce il fiume Oglio, importante fiume lombardo - Fotografia di Roberto Comensoli-Itinerari Brescia

La Valle Camonica è un territorio che ha molto da offrire, sia dal punto di vista naturalistico, sia dal punto di vista culturale e storico, una comunità ricca con un patrimonio da tutelare e valorizzare al meglio.

Le terme di Darfo sono il centro di cure termali più importante della Valle Camonica - Fotografia di Roberto Comensoli-Itinerari BresciaIl Colle della Maddalena a Bienno - Fotografia di Roberto Comensoli-Itinerari Brescia

La storia della Valle Camonica ha radici profonde che risalgono alla fine dell’ultima glaciazione, infatti le prime testimonianze umane risalgono al XII millennio a.C. ed è a questo periodo preistorico che risalgono alcune incisioni rupestri di grandi figure animali che compongono il grande corpus di oltre trecentomila graffiti, dal 1979 patrimonio dell’umanità Unesco, oggi conservate nel complesso museale delle incisioni rupestri.

Le radici di una tradizione e di un folklore così particolari come quelli che caratterizzano la Valle Camonica, risalgono alla storia più antica. Quel poco che rimane dei culti primitivi è oggi tramandato attraverso i racconti popolari che sono stati mantenuti vivi e trasmessi oralmente nel corso dei secoli.

Le usanze popolari e i sapori della Valle Camonica appartengono all’antica tradizione della vita montana e sono la concreta e solida espressione degli abitanti di questi luoghi. Ogni stagione porta con sé i prodotti della propria terra creando una cultura enogastronomica ricca di una storia unica che si può assaporare ancora oggi grazie ai sapori antichi proposti da trattorie e ristoranti locali.