Isola del Garda – conosciuta anche come Isola Borghese –  si trova sulla sponda bresciana dell’omonimo lago ed è a poche centinaia di metri dal comune di San Felice del Benaco. L’Isola è famosa per la villa neogotica in stile veneziano che custodisce al suo interno e progettata dall’architetto Luigi Rovelli nei primi del Novecento. La villa è una splendida costruzione ricca di particolari architettonici unici e sorprendenti ed all’interno vi possiamo trovare una bellissima tela Settecentesca di Carlo Carloni.

Capo San Fermo e sullo sfondo Isola del Garda - Itinerari Brescia - Fotografia di Enzo...da Napoli al Garda (Flickr)

Giardini all’italiana e numerose terrazze separano la villa dal lago di Garda. Attorno alla maestosa costruzione la vegetazione è rigogliosa: piante locali ed esotiche, essenze rare e fiori unici. Pini e cipressi, limoni e acacie e ancora magnolie e agavi. Camminando nel lussureggiante giardino rimaniamo incantati dal cinguettio degli uccelli e dalla vista della costa gardesana in lontananza.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Isola del Garda dista circa 200 metri da Capo San Fermo, il promontorio che divide la Baia dello Smeraldo dal Golfo di Salò. A sud dell’isola c’è una catena di scogli e bassi fondali al termine dei quali emerge il piccolo isolotto di San Biagio, chiamato anche Isola dei Conigli.
In prossimità dell’isola del Garda si trova lo scoglio dell’Altare, chiamato cosi perché si racconta che su di esso, una volta all’anno, venisse celebrata una messa alla quale assistevano – dalle loro barche – i pescatori provenienti da tutto il lago.

La villa neogotica in stile veneziane che si trova sull'Isola del Garda - Itinerari Brescia - Fotografia di John_Bain (Flickr)La natura rigogliosa dell'Isola del Garda - Itinerari Brescia - Fotografia di andrea.caserini (Flickr)

Isola del Garda era abitata già in epoca romana ed era conosciuta come Insula Cranie: le numerose lapidi gallico – romane oggi conservate al Museo Romano di Brescia ed i resti di alcuni templi votivi sono tracce inconfutabili. Quando l’Impero Romane decadde, l’isola divenne il rifugio dei pirati che assaltavano le imbarcazioni che percorrevano il lago di Garda.

San Francesco d’Assisi costruì nella parte settentrionale dell’isola, quella più scogliosa, un piccolo romitorio che nel 1227 ospitò S. Antonio da Padova e successivamente, nel 1304, Dante Alighieri. Dante avrebbe dedicato ad Isola del Garda alcuni versi nella sua celebre Divina Commedia:

« Loco è nel mezzo là dove ‘l trentino
pastore e quel di Brescia e ‘l veronese
segnar poria, s’e’ fesse quel cammino »
(Inferno, Canto XX)

Isola del Garda, oggi proprietà privata dei Conti Cavazza, è visitabile da aprile ad ottobre solamente attraverso delle visite guidate.

I giardini all'italiana sull'Isola del Garda - Itinerari Brescia - Fotografia di Riverman2008 (Flickr)I lussureggianti giardini sull'Isola del Garda - Itinerari Brescia - Fotografia di Riverman2008 (Flickr)