Immaginate una calda giornata di primavera, colline che si spingono fino all’orizzonte ricoperte da vigneti, percorsi che si snodano tra sentieri nascosti, corsi d’acqua e borghi antichi: questa è la Franciacorta, una dimensione unica che racchiude in sé un territorio dalla natura incontaminata, con una storia e tradizioni antiche, che sopravvivono ancora oggi.  Il modo ideale per visitare la Franciacorta è salire in sella alla vostra bicicletta o passeggiare tranquillamente immersi in questa terra che ha molto da offrire da tutti i punti di vista.

Magnifici vigneti in Franciacorta, terra da cui nasce l'omonimo vino - Itinerari Brescia

La Franciacorta è nota a livello nazionale ed internazionale per la produzione di vini di grande qualità tra i quali spicca il Franciacorta DOCG, il primo vino prodotto con il metodo classico attraverso la rifermentazione in bottiglia. Esplorando le colline e i paesi della Franciacorta si incontrano numerosissimi agriturismi che, assieme alle cantine e alle aziende agricole della zona, danno la possibilità di assaporare questi vini pregiati accompagnandoli ai prodotti tipici tradizionali.

Colori autunnali per la Franciacorta, terra di grandi vini e ottimi piatti della tradizione - Itinerari Brescia
Visitare la Franciacorta significa esplorare l’identità di una terra che ha fatto della natura la sua forza, rispettando e valorizzando l’ambiente, e percorrere al contempo un itinerario che intreccia tradizione, sapori e profumi.

Primi fiori di primavera nella terra di Franciacorta, pronta a prepare dell'ottimo vino - Itinerari Brescia

Da Paratico, comune che sorge nel punto d’incontro tra il fiume Oglio e le acque del lago d’Iseo, si snoda un itinerario ideale da percorrere in bicicletta e che attraversa i comuni del basso Sebino e della Franciacorta arrivando fino a Rovato.
 Costeggiando il fiume Oglio si giunge a Capriolo, comune caratterizzato dalla presenza di un antico borgo medievale che nasconde tra le sue mura deliziosi agriturismi e cantine ed anche uno splendido museo agricolo.

Riserva naturale delle Torbiere del Sebino, sul confine tra Franciacorta e lagod'Iseo - Itinerari Brescia
Una tappa altrettanto interessante è costituita dal comune di Adro che conserva all’interno del Palazzo Bargani alcune opere del famoso pittore Pitocchetto.
Cortefranca, al centro della Franciacorta, è la sede di cantine rinomate nelle quali vengono prodotti alcuni dei vini maggiormente apprezzati a livello mondiale che si possono assaporare sulle tavole degli agriturismi locali. I metodi di coltivazione, di produzione e gli strumenti utilizzati fin dalle origini per quest’attività sono conservati nel Museo Agricolo Barone Pizzini che offre ai suoi ospiti la degustazione dei vini prodotti all’interno della propria cantina.

A un passo da Cortefranca sorge una delle oasi naturalistiche più preziose del nostro territorio e unica nel suo genere in Europa, le Torbiere del Sebino. Si tratta di un delicato ecosistema in cui convivono vegetazione e fauna tipicamente palustre e che si può visitare percorrendo stretti camminamenti di legno che si snodano tra canneti, sopra a specchi d’acqua e ninfee, accompagnati dal suono del cinguettio dei moltissimi uccelli che qui vivono e nidificano.

Proseguendo lungo la strada del vino in direzione del centro della Franciacorta incontriamo Erbusco, uno dei principali centri di produzione del Franciacorta DOCG e anch’esso ricco di cantine, agriturismi e aziende agricole, che si affaccia su infinite distese di vigneti ai quali fanno da sfondo la colline bresciane e le lontane vette innevate.

Questo itinerario si prefigge l’obiettivo di toccare punti d’interesse naturalistico che si trovano a un passo dalle località turistiche del lago d’Iseo e della città di Brescia, facendovi scoprire un territorio ricco di tradizioni e valori come la Franciacorta.