La Franciacorta Orientale abbraccia il territorio di quei meravigliosi comuni che si trovano ai piedi delle colline bresciane: stiamo parlando di Rodengo Saiano, Gussago e Cellatica, che si estendono fino alle porte della città di Brescia.

La Franciacorta al tramonto-Itinerari Brescia

Rodengo Saiano, con l’Abbazia Olivetana dedicata a San Nicola che oggi ospita opere d’importanti artisti bresciani, si pone come tappa necessaria all’interno di un percorso enogastronomico. Qui, infatti, troviamo una gastronomia particolarissima i cui punti di forza sono la tradizionale cucina contadina basata sui sapori genuini di carni e di prodotti della terra, unita alla cucina del pesce del lago d’Iseo, il tutto innaffiato da bicchieri di vini importanti e rinomati.

cina, una scultura in Franciacorta-Itinerari Brescia

Poco distante incontriamo Gussago, un gioiello incastonato tra le dolci colline che compongono il Parco delle Colline di Brescia di cui fa parte anche Cellatica. Si tratta di un parco d’interesse sovra comunale che abbraccia i comuni di Cellatica, Collebeato e Bovezzo estendendosi per oltre trentacinque chilometri quadrati, ideale per un pomeriggio di trekking o, per i più sportivi, per un percorso in mountain bike.

Abbazzia Olivetana di Rodengo Saiano-Itinerari BresciaParco delle Colline di Brescia-Itinerari Brescia

Filari di viti, dolci colline, piccoli borghi medievali, castelli e abbazie immersi nel verde: è questo lo spettacolo che si può ammirare durante una passeggiata nel Parco delle Colline. Un percorso che offre una panoramica che spazia dal territorio della Franciacorta fino alla città di Brescia, ma non solo. Ci si può concedere una piacevole pausa visitando le cantine di Cellatica, Gussago e Rodengo Saiano, all’interno delle quali sono prodotti alcuni tra i vini più apprezzati e richiesti sulle tavole di ristoranti e agriturismi dove si può scoprire, un boccone alla volta, la profonda identità enogastronomica di questi splendidi luoghi.