La Chiesa di Sant’Afra, oggi Chiesa di Sant’Angela Merici, è una chiesa di origini molto antiche, che si trova in via Francesco Crispi a Brescia (a lato del Centro Mericiano), ed è la chiesa dove nel 1540 morì Angela Merici.

La Chiesa di Sant'Angela Merici - Brescia - Foto ©ItinerariBrescia-Itinerari Brescia

Questa Chiesa viene edificata sull’antico cimitero dei martiri cristiani bresciani – il Cimitero di San Latino, costruito nel I secolo – e nel corso del cinquecento subisce grandi modifiche, che portano alla costruzione di una nuova Chiesa su quella già esistente: ancora oggi, infatti, questa è una Chiesa a doppio livello.

L'interno della chiesa di Sant'Angela Merici - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

L’edificio originale andò distrutto durante la seconda guerra mondiale e venne poi ricostruito sulle sue rovine. Quindi, ciò che si può vedere adesso è l’aspetto che aveva la Chiesa prima della distruzione, ma non è l’originale, tranne parti delle basi di alcuni pilastri, dei muri perimetrali e di parte dell’abside.

L'interno della chiesa di Sant'Angela Merici - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaL'interno della chiesa di Sant'Angela Merici - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Proprio a causa del sito in cui sorge e delle reliquie in essa contenute, la Chiesa di Sant’Angela Merici è una delle Chiese bresciane con maggior significato dal punto di vista religioso e spirituale.

La cappella in cui è custodito il corpo di Sant'Angela Merici - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaIl corpo di Sant'Angela Merici - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

L'interno della chiesa di Sant'Angela Merici, vista dal fondo - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaLapide commemorativa del bombardamento del 2 marzo 1945 - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Inoltre al suo interno conserva le spoglie di Sant’Angela, fondatrice della Compagnia delle Dimesse di Sant’Orsola: per questo motivo la Chiesa è la meta principale di molti pellegrini e di altrettanti membri dell’ordine provenienti da tutto il mondo.

Lapide tombale di Elisabetta e Maddalena Girelli - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaTomba di San Latino, vescovo di Brescia - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

L'interno della chiesa di Sant'Angela Merici - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Gli altari e gli affreschi che prima arredavano la Chiesa sono andati distrutti durante la seconda guerra mondiale, le tele però sono state fortunatamente salvate, perché spostate prima del bombardamento.

L'altare maggiore visto dalla balaustra d'ingresso - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta Antico chiostro - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Possiamo quindi ammirare i capolavori di alcuni tra i più importanti artisti bresciani – e del Nord Italia – cinquecenteschi e seicenteschi, come Tintoretto, Pietro Maria Bagnadore, Grazio Cossali, Jacopo Palma il Giovane, Giulio Cesare Procaccini, Pietro Marone, Federico Barocci e Paolo Caylina il Giovane. Si possono ammirare ache altre opere paleocristiane come i sarcofagi dei martiri e il Pozzo dei Martiri, che è il fulcro dell’intera Chiesa, dove ancora oggi troviamo i resti dei fedeli martirizzati.

La cripta della Chiesa di Sant’Angela Merici - Ingresso dal Centro Mericiano - Foto ©Itinerari BresciaLa cripta della Chiesa di Sant’Angela Merici - Ingresso dal Centro Mericiano - Foto ©Itinerari Brescia

Alla Chiesa è annesso un convento, oggi adibito a sede del Centro Mericiano, che conserva al suo interno tre preziosi chiostri – uno del Trecento, uno del Quattrocento e uno del Cinquecento – , sopravvissuti ai bombardamenti. All’interno del Centro Mericiano è stato costituito – a partire dal 1999 – un museo dedicato alla vita di Sant’Angela Merici. La visita al Museo viene fatta esclusivamente su prenotazione, contattando il Centro Mericiano.

Il Centro Mericiano - Chiostro interno - Foto ©Itinerari BresciaIl Centro Mericiano - La stanza in cui visse Sant'Angela - Foto ©Itinerari Brescia