Il Centro Camuno di Studi Preistorici (CCSP) nasce a Capo di Ponte, Brescia, in seguito al crescente interesse nei confronti del ricco patrimonio d’incisioni rupestri presente nella zona della Media Valcamonica.
Si tratta di un ente dedito allo studio e alla ricerca storico-archeologica che, fin dalla sua nascita nel 1964, ha saputo sapientemente valorizzare la ricchezza di questi territori, coprendo una posizione di spicco anche a livello internazionale per il grande valore dei risultati ottenuti.

Particolare della collezione del Centro Camuno di Studi Preistorici - Itinerari Brescia

Le attività dei ricercatori e degli studiosi che compongono il team del Centro Camuno di Studi Preistorici sono portate avanti nell’ottica della conservazione e della valorizzazione dell’arte che gli antichi camuni hanno inciso nella roccia.
Il patrimonio d’immenso valore che è racchiuso nei territori della Valcamonica ha avuto il giusto riconoscimento nel 1979. A seguito dell’intenso progetto di ricerca che è portato avanti ormai dall’anno di fondazione, l’Unesco ha riconosciuto al complesso delle incisioni rupestri il diritto di entrare a far parte della nobile lista del Patrimonio Culturale Mondiale, facendo conoscere l’arte preistorica camuna a livello mondiale.

Il Centro Camuno di Studi Preistorici non solo è dedito allo studio e alla ricerca, ma si occupa altresì della creazione di mostre e convegni, dell’istituzione di corsi di formazione per specialisti e della pubblicazione di volumi e riviste raccolti all’interno della Biblioteca d’arte rupestre di Capo di Ponte.

Negli ultimi quarant’anni sono stati organizzati molti eventi tra cui mostre, symposia annuali, esposizioni e forum internazionali che hanno contribuito a diffondere la conoscenza del patrimonio archeologico locale.