Il castello che sorge sulla collina che sovrasta Moniga del Garda è tra i meglio conservati per quanto riguarda sia la pianta sia le strutture murarie.

Il castello di Moniga del Garda - Itinerari Brescia
Il castello di Moniga non è mai stato abito da alcun signore del luogo ed è per questo che lo si può definere come un castello – ricetto (rifugio), cioè un semplice affollamento di case in cui la popolazione locale si rifugiava in caso di pericolo. Il castello è stato dunque una costruzione di tipo comunale, come quella di Padenghe o di altre presenti in Valtènesi.

Il mastio del castello di Moniga del Garda - Itinerari Brescia

Nel periodo delle invasioni barbariche si sviluppò proprio in Valtènesi un sistema di collegamento grazie al quale, attraverso precisi segnali, era possibile avvisare del pericolo fino alla città di Brescia.

Il castello sorge nella parte ovest dell’abitato, su una delicata collina oggi coltivata a vigneto e sorge su una strada che collega i diversi castelli gardesani. Ed è proprio grazie alla sua posizione defilata e poco strategica che oggi lo troviamo in una così buona conservazione, preservandolo da successive trasformazioni. Venne costruito nel X secolo per far fronte alle numerose invasioni, in un periodo successivo venne abbandonato perché diroccato.

Il mastio del castello oggi adibito a torre campanaria - Itinerari BresciaUn sentiero che costeggia il castello di Moniga del Garda - Itinerari Brescia

Furono i pastori ed i contadini che possedevano terre nei dintorni ad occuparlo in epoca successiva: da questi accampamenti improvvisati nacque l’idea di abitare stabilmente il castello. I materiali utilizzati per la costruzione rimandano al XIV – XV secolo, periodo al quale si fanno risalire le strutture oggi visibili.
Il castello di Moniga attualmente ospita diverse abitazioni private, proprio come avevano fatto i primi pastori e contadini che lo avevano abitato. Il mastio è oggi utilizzato come torre campanaria della vicina Parrocchiale dedicata a San Martino.
Un pezzo di storia gardesana notevole e di grande pregio: da qui partono anche diverse passeggiate sulla splendida collina su cui è abbarbicato.