Capo di Ponte, piccolo paese della media Valle Camonica, conserva sul suo territorio dei gioielli di rara bellezza, che quest’itinerario ci porterà a scoprire.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Si parte da Darfo Boario Terme, ci porta subito alla prima visita della giornata, il Parco Nazionale delle Incicioni Rupestri di Nacquane.

Parco delle incisioni rupestri di Naquane - Capo di Ponte-Itinerari Brescia
Il Parco, realizzato nel 1955, si trova alle pendici del Pizzo Badile Camuno e contiene una delle migliori collezioni di arte rupestre della Valle. Le pietre incise che si possono vedere al suo interno risalgono al periodo che va dal Neolitico all’Età del Ferro, cioè dal IV al I millennio a.C. Questo fantastico museo all’aperto mostra disegni di cervi, oranti, duellanti e scene di vita quotidiana. Nella parte centrale del Parco è possibile ammirare l’Antiquarium, un’esposizione di massi menhir rinvenuti nei vicini comuni di Borno e Ossimo.

Dopo aver visitato, con l’ausilio di una guida, il Parco delle Incisioni Rupestri di Naquane ci spostiamo verso il centro di Capo di Ponte per mangiare e visitare il paesino.

Il viaggio ricomincia e ci porta alla Pieve di San Siro. La chiesa, a strapiombo sul fiume Oglio, domina tutta la Valle, regalando un paesaggio unico. Questa chiesa è una testimonianza della dominazione romana nella zona della media Valle Camonica e, come tale, al suo interno ha numerosi elementi della tradizione romana. Un gioiello incastonato nella montagna di Cemmo, frazione di Capo di Ponte che ospita il più famoso Parco Archeologico dei Massi di Cemmo.

La Pieve di San Siro a Capo di Ponte - Vista ampia della chiesa arroccata - Itinerari Brescia

L’ultima tappa di questa splendida giornata camusa è il Monastero di San Salvatore, che si trova sulla strada che da Capo di Ponte porta a Paspardo. Di questo antico complesso monastico, che risale alla fine del secolo XI, oggi rimane solamente la chiesa. L’intera costruzione è di origine romanica e si sviluppa in una struttura molto complessa. Anche il Monastero di San Salvatore, come la chiesa vistata in precedenza, testimonia la dominazione romana nella Valle.

Ed è qui che termina la nostra giornata tra i tesori della Valle Camonica e siamo pronti a ritornare a Darfo Boario Terme da dove si potrà ripartire per nuovi e suggestivi itinerari nella Valle Camonica.

Per chi sceglierà di passare un week end in Valle Camonica, ci saranno ulteriori visite ai parchi delle incisioni rupestri. Nella prima giornata si visiterà il parco Comunale di Seradina – Bedolina a Cemmo, frazione di Capo di Ponte. Durante la seconda giornata, invece, si potrà fare un’escursione all’interno del Parco delle incisioni rupestri di Ceto – Cimbergo – Paspardo. Il pernottamento sarà al Rizzi Acquacharme di Darfo Boario Terme.