Il comune della bassa bresciana di Borgo San Giacomo – in lingua locale Bórc San Giàcomm – è un’aggregazione di diversi centri tra i quali oltre al capoluogo già citato vi sono: Padernello, Acqualunga, Farfengo e Motella.


Visualizzazione ingrandita della mappa

Fino al 1863 il nome del paese era Gabbiano (o Gabiano), tale nome dovrebbe derivare da una legione dell’esercito romano chiamata la “Legio Galbiana”; altri studiosi invece lo fanno risalire ad un termine celtico che starebbe a significare “luogo acquitrinoso”. Il nome di Gabbiano venne quindi cambiato dopo l’Unità d’Italia tramite regio decreto nell’attuale Borgo San Giacomo in onore del Santo cristiano particolarmente amato dalla popolazione.
Già il nome antico di Borgo San Giacomo testimonia l’inizio dei primi insediamenti durante, se non prima, l’occupazione romana ma è indubbiamente a partire dal VI secolo con l’avvento preponderante del cristianesimo che il centro della bassa bresciana inizia un primitivo sviluppo.

Nel medioevo Borgo San Giacomo vede l’avvento prima della casata ghibellina degli Emili legati ai Visconti di Milano e successivamente alla sconfitta di quest’ultima con i Martinengo fedeli alla Repubblica di Venezia che rimasero al potere fino all’avvento di Napoleone Bonaparte. L’Unità d’Italia portò alla ribalta nel territorio bassaiolo la famiglia Gorio che ebbe in Carlo un deputato del neonato parlamento italiano.


Borgo San Giacomo è noto nel territorio bresciano per il magnifico Castello Martinengo della frazione di Padernello. La splendida residenza nobiliare venne edificata nel 1485 da Bernardino Martinengo esponente dell’omonima famiglia nobiliare che a partire dal XVI secolo controllava numerosi possedimenti della Lombardia Orientale. Il palazzo si presenta con una pianta quadrata contornata da quattro torri angolari ed un fossato perimetrale che conferisce un aspetto pregevole.
Adiacente a Padernello, nella vicina frazione di Motella è degna di nota la presenza di un antico mulino ad acqua tutt’ora funzionante e visitabile.

Chiesa di Farfengo, Borgo S.Giacomo - www.italia.indettaglio.it

La parrocchiale di Borgo San Giacomo progettata probabilmente dal Bagnadore a cavallo tra XVI e XVII secolo si trova nella piazza centrale assieme all’imponente Torre campanaria che si staglia sulla pianura bresciana.

Castello Padernello - Itinerari Brescia
A Borgo San Giacomo non mancano splendide residenze patrizie come la settecentesca Villa Fé d’Ostiani Paderno che si trova nelle vicinanze del fiume Oglio. Un altro importante complesso è Villa Emili situata nel borgo di Acqualunga, anch’essa di fattura settecentesca ospita oggi un’esposizione ornitologica.