Una biologa al Molino Piantoni – Da una parte le distese di terreni fertili della Bassa bresciana, dall’altra invece la cornice delle Prealpi tra cui spunta il curioso Monte Orfano, boscoso colle isolato nella Franciacorta.

Monica Martino al Molino Piantoni - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaMonica Martino al Molino Piantoni - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

È qui che si posiziona il Molino Piantoni, presente a Chiari dal 1850 dove una volta c’era un convento benedettino anch’esso dedito all’arte molitoria. Appena arrivati al molino, non si può non soffermarsi a guardare l’estesa campagna che lo circonda e respirare l’aria buona.

Monica Martino al Molino Piantoni – Itinerari Brescia – Fotografia di Laura GattaMonica Martino al Molino Piantoni – Itinerari Brescia – Fotografia di Laura Gatta

Entriamo nel regno di Celtica e Serenissima accolti dallo staff Piantoni e dopo i convenevoli di rito, il responsabile del Laboratorio Fausto Valbusa ci accompagna a visitare l’azienda partendo ovviamente dal suo regno, il laboratorio per l’appunto.

Monica Martino al Molino Piantoni - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaMonica Martino al Molino Piantoni - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Monica Martino al Molino Piantoni – Itinerari Brescia – Fotografia di Laura GattaMonica Martino al Molino Piantoni – Itinerari Brescia – Fotografia di Laura Gatta

È qui che si fa la prima selezione, la più impegnativa, della materia prima attraverso analisi chimico-fisiche, visive e olfattive per capire se una data partita di grano potrà essere utilizzata o meno per la lavorazione delle farine.
Uscendo dal laboratorio ci dirigiamo negli edifici che accolgono le varie macchine preposte alla lavorazione del grano per la trasformazione.

Monica Martino al Molino Piantoni - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Monica Martino al Molino Piantoni – Itinerari Brescia – Fotografia di Laura GattaMonica Martino al Molino Piantoni – Itinerari Brescia – Fotografia di Laura Gatta

Si parte dalla prepulitura, importantissima per eliminare tutto ciò che non deve andare nella macina, e si continua con la premiscelazione. Successivamente si avvicendano altre due puliture e solo successivamente si passa alla macinazione del grano, a granatura diversa a seconda delle esigenze di farina da ottenere.

Monica Martino al Molino Piantoni - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaMonica Martino al Molino Piantoni - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Monica Martino al Molino Piantoni - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaMonica Martino al Molino Piantoni - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Il rumore assordante delle macchine non distoglie comunque dalla curiosità di avvicinarsi specialmente ai tubi che veicolano i vari stadi di prodotto macinato tra i vari piani del molino. Anche la “sala dei comandi” dove viene guidata la miscelazione delle farine attira molto l’attenzione del visitatore in quanto non andrebbe mai a pensare che in una confezione di farina in realtà ci sia una sapiente mescolanza di vari tipi di farine da grani diversi e tale miscelazione sia l’arma vincente per l’ottenimento dei prodotti alimentari preparati dalle sapienti mani di massaie o artigiani di pane, pasta fresca e pasticceria.

Monica Martino al Molino Piantoni - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura GattaMonica Martino al Molino Piantoni - Itinerari Brescia - Fotografia di Laura Gatta

Monica Martino al Molino Piantoni – Itinerari Brescia – Fotografia di Laura Gatta

Come abbiamo poi utilizzato le farine della nuova linea Celtica, Serenissima e Pizza lo racconteremo più dettagliatamente nell’articolo pubblicato sul portale di Cucina Semplicemente.

Testo di Monica Martino

Fotografie di Laura Gatta